GLI IMPEGNI ASSUNTI

Favorire un processo di rigenerazione urbana, dove
il rispetto per l’ambiente non sia un accessorio
ma il prerequisito della programmazione: mobilità
sostenibile, potenziamento della connettività, sviluppo
del territorio a consumo zero del suolo, riqualificazione
energetica del costruito e un sistema evoluto di raccolta
differenziata.

Mobilità e connettività:una città semprepiù smart

La nostra città è all’avanguardia in materia di politiche per
la mobilità sostenibile e a tutela dell’ambiente. Lo sancisce il
Rapporto sulla mobilità urbana redatto da Euromobility, dove
nel 2016 Parma detiene ancora una volta il secondo posto in
Italia – piazzandosi subito dopo Milano (che guida la classiFIca)
e superando Torino (che rimane in terza posizione) – proprio
per gli interventi di mobilità sostenibile che hanno interessato
il trasporto pubblico, i mezzi ad alimentazione elettrica, i
servizi di bike&car sharing. Non solo. Parma è il Comune
più grande entrato a far parte dell’Associazione nazionale
dei Comuni virtuosi, che si propone di diffondere buone
pratiche di amministrazione, promuovendo tematiche come la
partecipazione, la gestione rifiuti, le politiche energetiche e di
mobilità. Per essere ammessi, è necessario avere determinati
requisiti, che ogni anno vengono verificati, e che Parma ha
dimostrato di avere raggiunto con le politiche messe in campo
in questi anni.

#MobilityWeek

POTENZIATE LE PREFERENZIALI
PER AUTOBUS

Per agevolare la velocità e la puntualità degli autobus in città,
nel corso del mandato sono stati realizzati 11 nuovi interventi
di estensione delle corsie preferenziali, giunte a coprire un
percorso di 8,3 km (+38 per cento rispetto ai 6,0 km del 2012).

AMPLIATA LA RETE DELLE CICLABILI,
INAUGURATA LA CICLETTERIA

La rete delle ciclabili, che a Parma nel 2012 contava già 122 km,
negli ultimi cinque anni è stata ulteriormente ampliata, no a
raggiungere quasi 130 km. Oggi i parmigiani possono scegliere
i pedali per spostarsi ovunque, per lavoro o per svago, anche
per lasciare la città raggiungendo in bici la stazione ferroviaria,
dove è nata la Cicletteria: una velostazione attrezzata con tutti
i servizi per le due ruote, ricavata in uno spazio urbano (ex
Temporary Station) che altrimenti sarebbe stato esposto a rischi
di degrado.

FORTI INVESTIMENTI SUL BIKE SHARING

Il bike sharing è un servizio in forte espansione in città: le
postazioni sono state ampliate fino a raggiungere la quota di
24, per un totale 256 colonnine e quasi 700 abbonati. Gran
parte delle postazioni sono state studiate per promuovere il
trasporto intermodale: si trovano, infatti, vicine alle stazioni
di ricarica elettrica per le auto e ai parcheggi, in modo che
gli utenti possano, una volta lasciata l’auto, raggiungere
agevolmente in bici il centro storico, in modo rapido ed
economico.

CAR SHARING, RINNOVATO IL PARCO AUTO

Per privati e aziende che vogliono avere un’auto a disposizione
senza dover sostenere i costi di acquisto e le molteplici spese
legate alla proprietà del mezzo, il car sharing è una soluzione
perfetta. Attualmente in città le auto a disposizione del servizio
– 365 giorni all’anno e 24 ore su 24 – sono 14, dislocate su 12
parcheggi tutti situati in città.

La mobilità elettrica

UNA APP PER MUOVERSI
PIÙ FACILMENTE IN CITTÀ

Per agevolare gli spostamenti in città è stata sviluppata
Giro Parma, un’applicazione gratuita per smartphone, utile a
chiunque voglia muoversi con qualunque mezzo: bici, auto, bus,
taxi. La app consente di calcolare percorsi, verificare le
disponibilità dei servizi e prenotarli direttamente.

I NUOVI E-BUS CON RECUPERO ENERGETICO

Dal 2014 sono operativi 9 nuovi e-bus da 18 metri sulla
linea urbana 5, utilizzata quotidianamente da circa 13.500
passeggeri. Dotati di sistema di recupero energetico, sono
veicoli ad alimentazione elettrica all’avanguardia, che possono
viaggiare nelle strade più densamente abitate del centro storico
con emissioni gassose pari a zero. I “supercapacitori”, di cui
sono dotati, inoltre, permettono di accumulare energia in fase
di frenata e di rilasciarla in accelerazione, consentendo un
risparmio di energia del 25 per cento.
Dal 2017 sono stati introdotti, sulla linea urbana 7, altri bus
autosnodati da 18 metri ma con alimentazione a diesel. Oltre
a garantire emissioni inferiori ai limiti previsti da Euro 6 e
postazioni per passeggeri in carrozzella separate dalle zone per
i passeggini, i nuovi mezzi offrono porte usb e wi-fi gratuito: un
modo per consentire agli utenti un uso dell’autobus più comodo
e sicuro e per fornire un servizio di eccellenza, anche a livello di
impatto ambientale.

ACCESSO GRATUITO ALLA RETE WI-FI
CITTADINA

Grazie alla tecnologia wireless i cittadini possono usufruire
gratuitamente di Urba.net, la rete urbana del Comune di Parma,
e accedere a internet o scaricare la posta elettronica in 100
zone della città. Attraverso la stessa rete, i turisti possono
usufruire di un servizio di guida virtuale e farsi indirizzare verso i
luoghi di interesse della città.

Inaugurazione della nuova
stazione ferroviaria di Parma

NUOVA STAZIONE FERROVIARIA,
UN HUB INTERMODALE

Nel 2014, a conclusione di un cantiere durato 7 anni, è stata
aperta la nuova stazione ferroviaria, poi completata nel 2016
e trasformata dall’Amministrazione in un nodo intermodale
d’eccellenza per la connessione con il trasporto pubblico locale
(taxi, auto private, bici e moto). Oggi la stazione di Parma è
un vero e proprio hub integrato a molte reti. Oltre ai già citati
servizi di bike&car sharing, Cicletteria e mobilità elettrica, la
stazione è collegata a 11 linee di autobus urbane (con fermata
sotto ai binari e accesso diretto tramite ascensori e scale mobili)
e alle linee extraurbane che garantiscono la connessione con la
provincia.

CRESCE LA BANDA LARGA

L’Amministrazione comunale si è data l’obiettivo di attrarre
operatori in grado di portare la banda larga in città in tempi
brevi. Di qui la manifestazione di interesse del Comune di Parma
per l’utilizzo dei cavidotti di pubblica illuminazione e il nuovo
disciplinare tecnico per l’esecuzione di scavi su suolo pubblico
e relativi ripristini, che hanno facilitato l’intervento delle
maggiori aziende di telecomunicazioni per la realizzazione di
infrastrutture di connessione in banda larga nel nostro territorio.
Attualmente in città è in corso di realizzazione una rete in fibra
ottica ancora più performante, che porterà la fibra fino alle
abitazioni (Fiber to the home). Inoltre, sono previsti interventi
sostenuti da finanziamenti europei (Fondo europeo di sviluppo
regionale) per la realizzazione di dorsali in fibra ottica che,
attraverso Lepida, andranno a raggiungere zone attualmente
scoperte, dove gli operatori di mercato non hanno interesse a
entrare, escludendo così dal servizio aree del nostro territorio.

A seguito di un lavoro imponente e invisibile di
informatizzazione che il Comune di Parma ha svolto in pochi
anni, i servizi del Comune oggi disponibili online – con modalità
diversificate di accesso – non si contano più. Li citiamo sotto,
raggruppati per grandi aree, così da comporre la nuova mappa
di ciò che qualche anno fa comportava per i cittadini lo spreco
di tempo prezioso (e spesso la richiesta di un permesso di
lavoro), e che oggi si può fare con un clic.